>Introduzione alle Ragazze Svedesi

>

Capire le Svedesi. Moltissimi lettori sono interessati a questo argomento certo non facile ne riassumibile nel formato post. Spesso poi il rischio di cadere in generalizzazioni che partono dall´esperienza di un singolo individuo possono portare ad analisi che sono piuttosto discutibili. I libri di Sociologia o antropologia culturale (scritti da ricercatori e professori universitari) danno una idea, che però spesso è fondata troppo su studi accademici e poco su esperienze di vita reale vissuta. Ho letto diversi libri prima di trasferirmi in Svezia (un po´per via dei miei studi di scienze sociali), che parlavano dello “shock Culturale” ma anche libri meno impegnativi facendo e poi facendo ricerche online. Dalle nostre parti si sa poco o nulla della Scandinavia. e anche le notizie sono solo legate ai Nobel, i reali, e qualche notizia positiva sul sistema svedese. Ora, avere un punto di vista “esterno” senza essere invischiati nelle ragnatele della cultura che si tende ad analizzare può essere un grande vantaggio. Il problema è che sebbene all´inizio si è completamente liberi da manierismi e pregiudizi, si sa poco e si tende a costruire una mappa della realtà complessa in base a pochi punti di riferimento e quindi è normale che la mappa che si realizza ricordi molto le approssimazioni delle carte medievali. Se fate una ricerca su internet su diversi forum troverete per lo più gente curiosa che fa domande alcune interessanti, altre assurde, altre ancora per sentito dire o per un´esperienza vacanziera. Sarebbe il momento di affrontare l´argomento con diversi post sull´argomento. E cercherò di essere il più obbiettivo possible, senza far incazzare troppo qualcuno. In base all´esperienza diretta, indiretta, ai commenti di stranieri e svedesi e all´osservazione empirica si può accennare innanzitutto che. Dopo un bel po´di tempo qui si può accennare che Stoccolma non è la Svezia. Forse se andate in Francia vi diranno lo stesso i Francesi di Parigi. Il giudizio nei confronti della frenesia della città (un londinese potra´sorridere) la rigidezza delle persone e la freddezza dei rapporti umani non la si riscontra in nessun altro posto. Il fatto che però la cittÀ non sia per nulla frenetica (per standard non Scandinavi), per nulla estesa, per nulla pericolosa e per nulla inospitale in generale fa pensare. Se non è dettato dallo stress e dalle condizioni della città da dove viene? In più gran parte delle persone che vivono a Stoccolma non sono di Stoccolma e si lamentano di questo atteggiamento. Ora potrete obiettare che se venite in vacanza le persone sono 100 volte più gentili che da voi, più disponibili e che vi sembra un posto perfetto. Lo capisco perchè fece anche a me la stessa impressione. In realtà non è così come viene percepito da turisti; in più gli Svedesi tendono a tenerci molto all´immagine che danno di loro stessi come popolo e nazione. Chi parla svedese può fare un semplice esperimento. Parlate in svedese (fluente, se siete alle prime armi scatta l´effetto fai tenerezza e non conta) con le persone chiedendo info o in un negozio. E poi fate la stessa cosa in inglese. Vedrete che il trattamento sarà diverso (poi forse approfondiremo perchè). Le ragazze svedesi e gli svedesi che si conoscono all ´estero (o che sono vissuti all´estero) sono molto diversi dalle svedesi che incontrerete in Svezia (e questo vale, a volte, anche per le stesse persone che cambiano modalità) Sembrerà una banalità ma prima di vivere in un paese si ha solo l´esperienza di incontri con persone che in qualche modo dal quel paese se ne sono andati anche se temporaneamente. Ora se e quando lavorerete/vivrete stabilmente in Svezia vi porranno tutti la stessa domanda: perchè sei venuto in Svezia /Why Sweden (alcuni stupiti ma perchè sei venuto in Svezia?!!). Ora parliamo di stranieri occidentali europei o canado-australo-nord americani; per chi proviene da altri paesi meno fortunati valgono le regole che valgono un po´ ovunque. È una domanda retorica di cui non solo sanno la risposta ma sanno anche i futuri sviluppi. Visto che rientrano quasi tutti nella stessa casellina (al 90%). Sembra ormai, almeno per me, di vedere la nuvoletta mumble-muble che dice le risposte dentro la loro testa. “tu sei venuto in Svezia per la ragazza/il ragazzo”. Secondo corollario: ” te ne andrai quando la storia finirà”. Questo perchè è quello che accade di solito; ovviamente se la storia non finisce lo sviluppo è differente e il corollario anche(ricordiamo che la metà dei matrimoni finisce con un divorzio e si sposano in pochi, quindi per chi convive stesse medie o in sù).
Continua….

vai a Capire le ragazze svedesi – parte II

Advertisements

4 responses to “>Introduzione alle Ragazze Svedesi

  1. >La storia dell'inglese / svedese é verissima. Io parlo lo svedese molto bene, tengo intere lezioni in svedese. Ma per avere un buon trattamento per strada…. bisogna sempre parlare in inglese ; )ps: bel blog, molto interessante.

  2. >Thanks se vuoi contribuire con un post fammi sapere

  3. >Ci vogliamo prendere un caffé a Söder (tanto abito anche io li) nei prossimi giorni cosi ne parliamo ?

  4. >Gatto appena torno volentieri

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s