>Sto freddo ha proprio rotto il ghiaccio

>

Post a tema fotografico. Anche oggi, spruzzata di neve e temperature prossime allo zero. L´inverno più lungo della storia (del blog quantomeno) non se ne vuole andare. Neanche in onore di San Patrizio, che ha scacciato tutti i serpenti (alcuni dicono anche le zanzare) dall´Irlanda, ma non si è occupato di neve.

il portacenere dell´ufficio: cono alla nicotina

Per fortuna il ghiaccio si sta sciogliendo anche sui marciapiedi, dopo che numerose persone sono finite all´ospedale per cadute sfortunate. Un motivo in più per andare a vivere al caldo in Spagna una volta raggiunta una certa età. Nelle settimane passate era diventato lucido come vetro e sono passati diversi giorni senza poter vedere il terreno sottostante. Per fortuna l´efficienza è tale che le strade sonon sempre pulite, e i marciapiedi, vengono sistematicamente ricoperti di sassolini anti scivolo. Le scarpe con suola di cuoio o liscia, sono sconsigliate ancora per qualche giorno.

Altrimenti dotatevi di questo aggeggio.

I vigili del fuoco avvertono che le persone che hanno preso a passeggiare sul lago mälaren, di fare attenzione. L´innalzamento delle temperature ha assottigliato il ghiaccio notevolmente in vari punti. Sembra che i giorni in cui le navi non riuscivano ad entrare nel porto per via dell´eccessivo ghiaccio ce li siamo lasciati alle spalle (si spera, anche se da qui a Maggio, la imbiancata potrebbe sempre essere dietro l´angolo). Gli stessi svedesi hanno cominciato a rugare più del solito contro l´inverno; dicendo poi ogni estate ci dimentichiamo di come sia lungo e buio, siamo un po ingenuotti. Bisogna dire che gli spazzaneve sui tetti (umani), hanno il loro da fare: si cerca di ridurre al minimo la possibilità di cadute di blocchi di ghiaccio o stalagtiti che possono danneggiare seriamente i passanti.
Se vedete delle pseudo transenne con su scritto Rasrisk girate alla larga. Ogni inverno diverse persone vengono colpite da questi blocchi di ghiaccio o neve che possono arrivare a pesare chili. Le cosiddette breccole di ghiaccio.

Altri vägarbetare o tjänsteman “uomini con le picche” sono all´opera per rimuovere lo strato di ghiaccio dai marciapiedi. Camion carichi di ghiaccio e neve sono stati visti aggirarsi per la città cercando di ridurre l´effetto frigorifero.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s