>Svezia Inferno e Paradiso. Film Trash (o Cult?) che fa sorridere.

>

Un film di cui ho sentito molto parlare, e che alla fine sono riuscito a vedere. È stata scelta la forma del documentario, per dare un tocco maggiore di realismo alla narrazione. Il regista Luigi Scattini con questo film ha raggiunto una discreta fama nella seconda parte degli anni Sessanta. L´intento del regista era di fare un film semi-serio con il punto di vista di un´Italia un po´invidiosa e un po´bigotta e bacchettona dove giungevano solo voci per lo più distorte dal passaparola che si ingigantivano e divenivano leggende metropolitane. La curiosità del film scandalo fu un buon richiamo per gli spettatori tanto che l´incasso fu strepitoso.

La voce fuori campo di Enrico Maria Salerno descrive senza riuscir a celare una punta di invidia per tutta quella libertà di costumi sessuali e di comportamento.


Il film venne tagliato in Svezia per tutelare la privacy delle persone che erano state filmate senza autorizzazione. Il film è stato mostrato in Svezia sulla tv pubblica nel 1971 nell´intento di mostrare cosa pensavano le altre nazioni della Svezia. Ovviamente fece imbestialire e non poco gli svedesi dell´epoca. Guardatelo e sorridete di noi per come eravamo. Oggi la Svezia è più come l´Italia di oggi così come l´Italia è più come la Svezia. E il divario va colmandosi. D´altronde abbiamo sentito tutti dirci da italiani emigrati in Svezia 30-40 anni fa:”tu qui, trent´anni fa dovevi venirci! Non ora!”

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s